Le catene di gioco laterali in un 4-4-2

Facebook Twitter Google

CORSO MASTER 2002-2003

STEFANO PIOLI

Il mister spiega che con l’organico a disposizione nella stagione 2002-2003 nel Chievo Verona Primavera, la soluzione tattica più congeniale a quella squadra fosse stata il 4-4-2 a zona. In particolare entra nel dettaglio dell’utilizzo delle catene laterali sia in fase di possesso che non possesso e in diverse situazioni di gioco: pressing apportato dalla squadra o subito, azioni offensive etc etc.

 

SISTEMA DI GIOCO

Esse esigono che un sistema di gioco sia:

  •  Equilibrato: che tenga in considerazione allo stesso modo e allo stesso tempo le due fasi in qualsiasi momento di gioco.
  • Elastico: che si possa facilmente adattare a qualsiasi avversario mantenendo sempre gli equilibri.
  • Razionale: che si adatti alle caratteristiche dei calciatori a disposizione.

DEFINIZIONE DI CATENE DI GIOCO

Interessante risulta poi la definizione di catena di gioco che nel 4-4-2 è formata sì dai laterali difensivi e dai centrocampisti laterali, ma anche dai centrali di centrocampo. Quindi ad esmepio la catena di destra, è formata da Terzino Dx, Centrocampista Centrale Dx e Centrocampista Laterale Dx e i duali per il lato opposto del campo.

FASE DIFENSIVA E FASE OFFENSIVA

Parlando di fase difensiva uno dei concetti principali su cui si fonda il lavoro tecnico-tattico di Pioli è quello dei principi di tattica individuale che lo stesso mister riassume in una tabella

 

Il passaggio successivo e poi quello di puntare il focus sulla tattica collettiva

 

E interessante comprendere come l’azione di pressing sul laterale difensivo avversario ad esempio,  va iniziata dal vertice alto della catena (il Centrocampista Laterale Dx) per poi essere portato a termina dall’intera squadra compresi gli attaccanti che hanno il compito di ostruire i passaggi verso i centrali difensivi.

Diversa è l’impostazione della fase offensiva dove i giocatori componenti le catene diventano 4 e cioè: l’attaccante, il centrocampista laterale, quello centrale e il laterale difensivo. Tutti e 4 andranno a effettuare movimenti diversi asseconda che il possessore della palla sia o meno pressato e dunque in grado di fornire un assist in profondità ad esempio, o non abbia soluzioni possibili da percorrere con tutte le linee di passaggio chiuse.

Clicca qui scaricare e leggere la tesi completa: Tesi Coverciano Stefano Pioli

Facebook Twitter Google