4-2-3-1 e il Benitez a tutta Europa!

Facebook Twitter Google
 

Il Napoli in questa nuova stagione riparte da Rafè Benitez, allenatore dal curriculum vitae intenso che ha sempre fatto del calcio il suo unico motivo di vita (insieme crediamo al cibo). Analizzare tatticamente il Napoli di Benitez diventa dunque esercizio alquanto piacevole per chi di calcio vive e si appassiona ed in fondo il target di questo sito è proprio questo: APPASSIONATI MATTI PER IL CALCIO!


BLOCCO DIFENSIVO
Rafè è un allenatore “europeo” e come tale aderisce alla schiera "dei 4 lì dietro in linea". Alle torri centrali molto forti di testa ma dotate comunque di ottima corsa per neutralizzare eventuali scappatelle della punta avversaria, si aggiungono due terzini con caratteristiche ben precise: corsa, tanta e ottima tecnica. La seconda delle due in particolare atta ad eseguire buoni cross per la punta centrale nel qual caso (di rado) si raggiungesse il fondo. Nonostante l’elementarità e la didatticità di questo assetto, lo spettacolo è garantito soprattutto contro avversari che interpretano il 4-3-3 o il 4-3-1-2 insomma tutte quelle situaizioni dove si può creare un 3 vs 3.

MEDIANI TUTTOFARE
In mediana non basta essere rudi, Behrami ne ha fatto le spese dopo 4 stagioni in A e lo 0 nella casella dei goal segnati in campionato. Rafè vuole gente intelligente tatticamente che sappia unire alla corsa e alla durezza, l’elasticità e la velocità di pensiero. Insomma più che due rompi gioco, lo spagnolo gradisce due cervelli dalle tibie d’acciaio, così da dare il la all’azione offensiva senza disprezzare la prontezza nella fase di non possesso, due tuttofare appunto.

Leggi tutto: 4-2-3-1 e il Benitez a tutta Europa!

Ancora poco Allegri: la tattica della Juve che verrà

Facebook Twitter Google
 

Non sono certo stati giorni normali quelli vissuti dall’ambiente juventino nell’ultimo mesetto. Conte in un tranquillo martedì pomeriggio di Luglio, ha ben deciso di rassegnare le dimissioni, rescindendo di fatto consensualmente il contratto che lo legava ancora un altro anno alla Vecchia Signora, gettando nel panico tifosi e chissà anche dirigenti. Poche ore dopo la scelta: Allegri! Scelta che in quanto a destabilizzazione ha forse toccato l’apice.

PERCHE’ ALLEGRI

Marotta doveva scegliere ed in tempi brevissimi un allenatore dalle seguenti caratteristiche:

1)      Aziendalista

2)      Che abbia già vinto qualcosa

3)      Che abbia allenato un club importante

Leggi tutto: Ancora poco Allegri: la tattica della Juve che verrà

Roy e i leoni inglesi: segreti e disposizioni tattiche della prima avversaria dell'Italia

Facebook Twitter Google
 

Stadio di Wembley, Londra, 30 maggio 2014, giorno del 34esimo compleanno di Steven Gerrard storico capitano del Liverpool e della Nazionale Inglese. Hodgson vuole congedarsi dal suo paese dando la sicurezza che non sarà il solito Mondiale, quello dei rimpianti, dei mancati festeggiamenti, vuole arrivare in Brasile e non sentirsi "una delle due che esce sicuro" (l'altra è il Costa Rica). Sotto gli occhi interessati e curiosi del principe William, l'ex mister dell'Inter ha scoperto un po' di carte tattiche che con molta probabilità la Nazionale Azzurra, ritroverà ai Mondiali nella prima gara che giocherà il 15 giugno a mezzanotte all'Arena Amazonia di Manaus.

LA TATTICA

Il canovaccio tattico reciterà la solita linea a 4 a difendere la porta di Joe Hart (che ha negli occhi ancora quel cucchiaio incassato agli ultimi Europei da Pirlo). A destra Glen Johnson dovrebbe presidiare la fascia con dall'altro lato Baines. Coppia centrale molto fisica formata da Cahill e Jagielka.

Leggi tutto: Roy e i leoni inglesi: segreti e disposizioni tattiche della prima avversaria dell'Italia

Il 4-3-3 di Garcia che a Roma fa gridare viva la France!

Non passa lo straniero? Passa passa e come se passa. Ormai il Piave non sospira più in Italia ahi noi ed il made in Italy tanto osannato fuori dai confini nostrani, in loco vive momenti alterni con lo “straniero” a insidiarne il calcagno. Fra tutti i tecnici di Serie A quest'anno, Garcia si sta imponendo come il migliore della stagione, avendo messo in campo una Roma spumeggiante. Il segreto? Modulo, uomini e idee ma anche alcuni punti deboli da analizzare a fondo. Entriamo nel dettaglio di questa grande squadra giallorossa versione francese.

Leggi tutto: Il 4-3-3 di Garcia che a Roma fa gridare viva la France!

il 4-3-Attacco di Massimiliano Allegri

Il titolo non era semplice ed è per questo che volendo prendere spunto dalla recente storia del Milan ho rubato l'idea dal 4-2-fantasia trasformandola in 4-3-Attacco che è in sintesi l'idea tattica di Massimiliano Allegri. In Sardegna lo ricordano ancora come un profeta calcistico di indiscusso valore ed anche a Milano hanno imparato ad apprezzarne le idee e a rispettarle. Il segreto di Max? Adattarsi tatticamente alle caratteristiche dei giocatori a disposizione nel pacchetto avanzato senza mai prescindere dal costrutto base dei 4 dietro e sopratutto dei 3 in mezzo al campo

Leggi tutto: il 4-3-Attacco di Massimiliano Allegri