LE PAGELLAZZE: Belgio-Italia

Facebook Twitter Google

Buona, buonissima la prima di Eruo2016 per gli uomini di Conte, ferito come Rocky durante i festeggiamenti da una discutibile testata di Zaza, che sia stato un messaggio subliminale del tipo "o mi fai giocare o la prossima volta farò sanguinare le tue p...."? E chi lo sa, certo è che in Belgio, tra una Jupiler e le poulet con le frites (pollo e patate fritte, tipica cibaria dei sudditi di Re Filippo) hanno finito di cenare con un bell'amaro italiano, "amaro dueazero" sapore vero. A voi dunque le pagellazze di questa prima uscita trionfale degli uomini di Conte che hanno strapazzato i diavoli rossi di Bruxelles.

BONUCCI 9: Ah sì.. mi dicono ci fosse anche Lukaku in campo, Leo però lo ha sovrastato mentalmente prima e tecnicamente poi, anticipandolo sempre ovunque e comunque. Poi quei lanci che solo lui sa fare e che tanto piacciono a noi di Calciocalcio.net sono eccezionali. Il vero play della Nazionale sarebbe stato Leo, lo sapevamo noi, lo sapeva Conte, non lo sapevano in Belgio per fortuna. Giocatori come lui dovrebbero valere 50MLN siamo stanchi di vedere quelle cifre per scarpacce travestite da campioni. Frase di fine gara "Questa la mia miglior partita? La mia miglior partita deve ancora venire!" DIE HARD

Leggi tutto: LE PAGELLAZZE: Belgio-Italia

Memorial Baratelli: grande festa con la presenza di Torino, Varese, Pro Patria e Feralpisalò, le parole del Presidente Parolo (papà di Marco) e del DS Sandri

Facebook Twitter Google

Gallarate - Domenica 22 Maggio 2016 al Torino Club, si terrà la 3° edizione del Torneo G. Baratelli, in memoria di uno dei fondatori della Società giunta ormai al suo 38° anno di attività che dà seguito alla disputa del torneo Dissegna. Gli organizzatori, il DS Secondina Sandri e il DT Carlo Bertolini, con un alacre lavoro sono riusciti ad avere fra gli altri partecipanti, squadre del calibro dell’FC Torino, del Varese, della Pro Patria e del Feralpisalò.

Ecco il programma della giornata:

-       In mattinata arrivo di tutte le squadre e accoglienza da parte dello staff, con un membro assegnato ad ogni squadra per l’intera durata della manifestazione

-       Presentazione in campo e intervento in memoria da parte del figlio di Baratelli e del DS Sandri

-       Svolgimento partite con modalità di girone all’italiana

-       Pausa pranzo

-       Ore 14.00 sorpresa per i classe '99 ultimo anno al Torino Club

-       Conclusione torneo

-       Premiazione di tutte le squadre (con 8 Coppe e relative medaglie)

 

Leggi tutto: Memorial Baratelli: grande festa con la presenza di Torino, Varese, Pro Patria e Feralpisalò, le...

APPUNTAMENTI - Il portiere nel 2016: metodologia e strumenti di allenamento

Facebook Twitter Google

Occasione da non perdere il 9 maggio a Milano, per tutti gli appassionati ed i professionisti del gioco più bello del mondo. 

Al Centro Sportivo “M. Casadei” della Polisportiva Cimiano (MI) infatti arriva Claudio Filippi, allenatore dei portieri della prima squadra della Juventus (Gianluigi Buffon compreso), che metterà a disposizione la propria esperienza e il proprio metodo di lavoro con il corso: “Il portiere nel 2016: metodologia e strumenti di allenamento”.

Una giornata all’insegna dell’aggiornamento, dello studio e della crescita, patrocinata dalla casa editrice Calzetti e Mariucci, organizzatrice dell’evento, e dall’Università degli Studi dell’ Insubria di Varese.

Una partnership davvero importante che permetterà agli studenti iscritti presso le facoltà dell’Insubria di ottenere una quota di iscrizione agevolata all’evento e di acquisire, assieme all’attestato di partecipazione, un CFU.

Il corso, che è il primo evento in Italia sull’argomento,  si prospetta davvero interessantee vedrà Mister Filippi operare in due sessioni, una teorica e una pratica, mettendo in evidenza gli aspetti tecnico-tattici che interessano il portiere, evidenziando moderne metodiche di allenamento e strumenti innovativi, in particolare il “Filippi Shield”, il mezzo ideato e brevettato dallo stesso Mister Filippi.

Leggi tutto: APPUNTAMENTI - Il portiere nel 2016: metodologia e strumenti di allenamento

Effetto Sarri, il Napoli che parla toscano è rinato

Facebook Twitter Google

Maurizio Sarri ha portato al Napoli il bel calcio, un modo di intendere il gioco del pallone spettacolare e concreto, che sta permettendo agli azzurri di essere gli unici veri antagonisti della Juventus in questa stagione. Il suo 4-3-3 in fase di possesso, copre bene tutto il campo, dando alla squadra un ottimo equilibrio rispetto al 4-2-3-1 sbilanciato di Benitez. Sarri, con la sua mano, ha prodotto un gioco spumeggiante esaltando le caratteristiche di giocatori come Jorginho e Hamsik, portandoli ai loro ruoli primordiali e favorendo la rinascita di Higuain, il quale con la cura toscana primeggia nella classifica cannonieri della Serie A con 29 goal in trenta partite.

Il Napoli quest’anno ha tutti i mezzi per arrivare fino in fondo nella corsa scudetto, in questo momento è a soli tre punti dalla capolista Juventus. 

Leggi tutto: Effetto Sarri, il Napoli che parla toscano è rinato

Palermo così non va! Tutti i dubbi sui rosanero dopo la sconfitta col Torino

Facebook Twitter Google

Si conclude nel peggiore dei modi la 25ma giornata di serie a per i tifosi rosanero che vedono la propria squadra precipitare sempre più pericolosamente verso il baratro della serie b, non solo per la sconfitta maturata in casa contro il Torino, ma anche per la vittoria esterna del Frosinone sull’ostico Empoli che permette ai ciociari di conquistare il terzultimo posto e a non considerare già scontati i giochi in chiave salvezza.

Il Palermo era chiamato a far sua la partita e a mantenere immutato il distacco dalla zona che scotta. Effettivamente i rosanero partono con il piede giusto mettendo subito la gara in discesa già al secondo minuto con palla manovrata da Vazquez, che serve verticalmente Morganella, cross immediato dell’esterno elvetico per Gilardino abile a farsi trovare pronto per il vantaggio dei padroni di casa.

Leggi tutto: Palermo così non va! Tutti i dubbi sui rosanero dopo la sconfitta col Torino