Il mio albero di Natale

<<Io ho iniziato con il 4-4-2, poi però le realtà incontrate, il tempo e l'esperienza mi hanno fatto pensare al sistema come un abito, il più possibile su misura, con cui un allenatore veste il gruppo di giocatori a disposizione, spesso campioni, per consentire di esprimere pienamente le proprie qualità attraverso un gioco ottimale che rappresenti la realtà culturale e storica del club>>

                                       Carlo Ancelotti

Se cercate il solito libro autocelebrativo non siete affatto sulla pagina giusta. Qui vi parliamo di un grandissimo allenatore che ha vinto veramente tanto e con club diversi. Carlo Ancelotti dopo il suo primo libro, Preferisco la Coppa, ritorna a scrivere un altro capolavoro, Il mio albero di Natale, un libro che si pone tra i manuali di calcio che non può mancare nella libreria di chi di questo sport ne fa un lavoro o più semplicemente la propria vita!

Leggi tutto: Il mio albero di Natale

Calcio mafia

 

«Avevo calciatori nel Crystal Palace, Wimbledon e Liverpool. Sai bene che sono grandi squadre. Cazzate. Possiamo corromperle.»

 «Ai Mondiali del 1990, gli arbitri della Fifa erano chiusi in una struttura di massima sicurezza usata dal Vaticano. Ma uno di loro ha riferito: «era incredibile. Le linee telefoniche dovevano essere confidenziali, ma i bookmaker ci chiamavano in camera per offrirci tangenti»  

E' un libro inchiesta sui mali del calcio edito da Rizzoli, un libro sul torpore che si aggira intorno a questo mondo tanto bello quanto corrotto. Del resto dove orbitano quantità immani di denaro non può che essere tristemente così, in barba alla morale e alla sportività. L'autore Declan Hill, giornalista investigativo, documentarista anchorman televisivo, che lavora per grandi testate inglesi ed è professore universitario, vuole attraverso il suo scritto far emergere una delle verità più scomode del mondo del calcio mai come oggi attuale: le scommesse irregolari. Parte tutto dal continente asiatico, dove nascono campionati di calcio esclusivamente per poterci scommettere su in barba alla sportività ed ai simboli sportivi. Ma dall'est presto il male delle scommesse arriva in Europa.

Leggi tutto: Calcio mafia